Supplemento Dymphna’s Family 03-2020

Prefazione

Enrico Zanalda
Presidente Società Italiana di Psichiatria

Massimo di Giannantonio
Presidente eletto Società Italiana di Psichiatria

Per il secondo anno consecutivo ospitiamo tra i supplementi del giornale della Società Italiana di Psichiatria (SIP) il numero annuale di Dymphna’s Family ovvero la pubblicazione annuale sull’Inserimento Eterofamiliare Supportato di Adulti (IESA).

Questa metodologia di trattamento residenziale iniziata con pazienti di ambito psichiatrico si è nel tempo estesa ad altre situazioni di persone con necessità di abitazione e riabilitazione e/o assistenza. Nata in Belgio molti anni fa si è oggi realizzata in molti paesi europei e, quando eseguita con precise modalità, conserva le proprie caratteristiche di specifico trattamento residenziale, tra i meno costosi e più efficaci possibili.

Per questa ragione la SIP quest’anno ha voluto approvare il decalogo che contraddistingue l’inserimento IESA.

Queste dieci regole sono quelle che permettono a questa metodologia di essere considerata tale e di poter distinguersi da altre forme di affidamento familiare.

Lo IESA anche durante la pandemia COVID-19 si è dimostrata la forma di residenzialità più sicura dal rischio di contagio. Il precoce intervento psicoeducativo degli operatori IESA sui singoli nuclei familiari e il ridotto numero di persone conviventi ha permesso di non avere nemmeno un paziente COVID-19 positivo su oltre cento progetti IESA nella Regione Piemonte.

La rivista Dymphna’s Family vuole raccontare l’esperienza IESA in Italia anche attraverso quelle esperienze europee che l’hanno ispirata e con cui gli operatori si confrontano costantemente: tedesche, francesi e inglesi.

Auguriamo a tutti i lettori di EBPC buona lettura e a tutti i soci psichiatri della SIP di considerare questo prezioso strumento per i loro pazienti.

 

Scarica il pdf